Guida completa a Apple Pay

Apple Pay

Guida completa a Apple Pay

Apple Pay è un servizio molto importante offerto dal colosso informatico di Cupertino ha deciso di inserire su alcuni specifici dispositivi

Quando si parla del servizio di  pagamento Apple Pay che rende alcuni specifici iPhone ricondizionati e nuovi in grado di diventare dei veri e propri dispositivi per il pagamento di oggetti e servizi. Purtroppo non tutti questi smartphone sono in grado di supportare questo tipo di servizio perché è necessario che vi siano all’interno del telefono. La prima caratteristica che non può mancare è la connessione NFC, Near Field Communication, che sarà adoperato unicamente per ottenere la connessione con il POS ed il Touch ID che servirà come strumento per l’identificazione. Decidere di servirsi di questo strumento significa poter ottenere la possibilità di effettuare i pagamenti senza dover portare con sé tutte le carte di credito offrendo agli utenti la massima sicurezza derivante dall’uso di un sistema di riconoscimento biometrico. Un’altra cosa molto interessante di adoperare questo servizio sta nel fatto che la ricevuta di pagamento non porta alcuna informazione personale andando a preservare la riservatezza dei propri dati. E’ bene però tenere presente che solo i melafonini più moderni possono accedere a questa funzionalità quindi è possibile risparmiare del denaro perché, per esempio, il costo iPhone 7 rigenerato, se acquistato da negozi con tecnici competenti, può diventare un vero e proprio affare.

Scopriamo cos’è il Touch ID

Il Touch ID è un componente molto importante perché consente di rilevare le impronte digitali ed accedere in tutta sicurezza a vari servizi come l’Apple Pay. Questo dispositivo è presente già dall’iPhone 6 rigenerato o nuovo e tutti i dispositivi a seguire. Questo componente è inserito sullo schermo ed è formato principalmente di due parti: un rilvatore di impronte digitali anello in acciaio inossidabile il quale va a rilevare la presenza del dito sul componente il tutto rivestito dal vetro in zaffiro che protegge tutto. Adoperando questo componente sarà molto semplice e sicuro sbloccare il proprio dispositivo mobile. E’ chiaro che prima di adoperare questo componente è necessario memorizzare il dito da adoperare anche se è possibile registrare fino ad un massimo di cinque dita.

Vediamo come aggiungere una carta di credito o di debito nel proprio Apple Pay

L’operazione per aggiungere una carta di credito o debito nel proprio smartphone è molto semplice e con pochi passi sarà possibile portare a termine questa operazione. Aggiungere una carta su Apple Pay per poi adoperarla nel corso dei propri acquisti sarà necessario accedere all’applicazione Passbook presente nel Home Screen del dispositivo quindi scendere giù fino a quando non si trova l’icona “+” e toccarla quindi si andrà ad aprire la finestra dedicata a questo servizio. Dopo esser arrivati a questo punto sarà necessario toccare la voce “Set Up Apple Pay” quindi scegliere la voce “aggiungi carta di credito o debito”. Ora si dovranno inserire i vari dati della propria carta ma questa operazione è molto semplice perché viene adoperata la fotocamera infatti sarà sufficiente centrare bene la carta nella finestra presente nello schermo del proprio melafonino facendo attenzione ad ottenere uno scatto sufficientemente leggibile. Per concludere questa operazione sarà necessario ottenere l’autorizzazione della banca ma queste sono procedure interne agli istituti finanziari quindi possono variare.

Apple Pay e Apple Watch: un matrimonio eccezionale

Apple Pay può essere adoperato anche sul telefono intelligente della mela e per settarlo è necessario aprire l’applicazione Apple Watch presente sul proprio telefono quindi toccare la voce My Watch e scegliere Passbook & Apple Pay. Ora è necessario toccare su aggiungi carta di credito o di debito e avanti ora inserire il codice di sicurezza della carta scelta per questo servizio quindi ancora avanti quindi su accetto. L’operazione è completata quindi sarà necessario attendere che tutta l’operazione si concluda correttamente.

Quali sono le banche italiane che supportano Apple Pay

ApplePay è un servizio di pagamento relativamente giovane ma cionondimeno molte banche europee hanno deciso di mettere i propri servizi finanziari a disposizione degli utenti andando ad ottenere una copertura quasi completa per ciò che concernono le carte anche se non tutte le banche hanno, per ora, deciso di aderire a questo servizio. In Italia non tutte le banche offrono Apple Pay quindi se si ha intenzione di pagare tramite il proprio iPhone rigenerato o nuovo oppure tramite Apple Watch bisogna fare attenzione agli istituti finanziari da scegliere. Come si legge dal sito di Apple, si può notare che solo cinque istituti bancari hanno aderito a questa iniziativa anche se è bene ricordare che l’elenco che stiamo per proporvi non è definitivo ma viene aggiornato ogni volta che una nuova banca aderisce. Per ora quindi è possibile scegliere tra l’American Express, la Banca Mediolanum, boon. by Wirecard, Carrefour Banca e l’Unicredit.

Conclusioni

Apple Pay è uno tra i sistemi di pagamento più importanti in assoluto e probabilmente quello che dovrebbe avere un grande futuro perché è in grado di unire lo smartphone, un dispositivo che sta ottenendo un’importanza sempre maggiore, con la possibilità di ottenere un pagamento molto veloce in grado di poter eseguire tutti i passi con la massima sicurezza e velocità. Bisogna però ancora attendere del tempo, molto probabilmente poco, prima che aumentino gli istituti finanziari che offrono questi servizi. Bisogna comunque tenere presente che il colosso di Cupertino sta migliorando ad ogni sistema operativo questo servizio andando a renderlo più funzionale possibile. L’approdo anche su Apple Watch dovrebbe inoltre aumentare il ventaglio di opportunità e la facilità d’uso del servizio di pagamento.

Condividi questo post

Commento